Aufrufe
vor 7 Monaten

BORA Magazine 02|2021 - Italian

BORA Magazine is published in 12 languages. It invites the reader to learn more about the BORA products and discover fascinating stories behind the brand.

“Se si resta indietro

“Se si resta indietro negli ultimi tre chilometri del Tourmalet non si recupera più”. EMANUEL BUCHMANN Il leggendario passo di alta montagna, il Colle del Tourmalet, nei Pirenei francesi Un consiglio di Emanuel Buchmann Il Colle del Tourmalet è il passo di alta montagna più frequentato del Tour de France. Nel 1910 la pista consisteva solo in un sentiero sassoso. Oggi una strada asfaltata conduce alla cima del passo, a 2.115 metri. Tuttavia il leggendario passo di montagna non ha ancora perso la sua aura di terrore per i ciclisti. Perché sulla salita ovest si deve superare un dislivello di 1.405 metrico con una pendenza massima del 10,2% su 18,4 chilometri. Una sfida che attira anche molti ambiziosi ciclisti amatoriali nel sud della Francia per mettere alla prova i propri limiti di prestazione. Emanuel Buchmann della squadra BORA - hansgrohe combina molte esperienze positive con questo percorso. “Il Tourmalet è la mia montagna” afferma. “Già durante il mio primo Tour nel 2015 ho fatto parte del gruppo di fuga nella tappa del Tourmalet e sono arrivato terzo nell’arrivo in quota”. Anche nel Tour 2019 era in testa su questo famoso passo e alcune volte ha potuto anche attaccare. “La montagna è lunga e costantemente ripida” spiega il ciclista professionista nato a Ravensburg. “Hai il tempo di trovare il tuo ritmo prima di arrivare al punto decisivo. Trovo che il lato ovest sia quello più difficile, ma su entrambi i lati tre chilometri prima della vetta diventa davvero molto duro. Da quel punto infatti a volte è il vento ad essere determinante perché diventa relativamente libero, così si sente molto l’altitudine”. Nel 2021, Emanuel Buchmann rinuncerà a una partenza al Tour de France e si concentrerà sul Giro d’Italia. Ma lui è sicuro: “La storia tra me e il Tourmalet non è ancora finita”. Informazioni sul percorso Partenza/arrivo: Luz-Saint-Sauveur/Arreau Distanz: 54 km Salita: 1.945 m Discesa: 1.957 m Viey Sers Barèges Il Colle del Tourmalet è diventato famoso grazie al Tour de France. Emanuel Buchmann della squadra BORA - hansgrohe ama particolarmente questo percorso. Super Barèges Col du Tourmalet Arreau Foto: BORA - hansgrohe, Bettiniphoto, SpectacularNorway Viella 76 RIVISTA BORA Luz-Saint-Sauveur

CICLISMO VIVERE Sul Lysevegen, Norwegen Un consiglio di Frederik Wandahl Lysebotn Lysefjorden Lysetunnelen Lysefjord Sì, anche i ciclisti professionisti sognano percorsi su cui non anno mai corso. In cima alla lista dei desideri personali di Frederik Wandahl c’è la strada mozzafiato Lysevegen in Norvegia alla fine del Lysefjord. “Da quando una volta ho visto questa incredibile salita in una foto, sono rimasto completamente affascinato. Il mio obiettivo è di salire fin lassù, magari durante una pausa con un amico” afferma il 20enne danese che quest’anno ha iniziato la sua prima stagione da professionista con BORA - hansgrohe. Anche il suo scarso tempo libero ama passarlo sul sellino della bicicletta. Quindi non è escluso che presto possa realizzare il suo sogno. Quello che lo aspetta può essere descritto in tutta sincerità come straordinario: Dal villaggio di Lysebotn la strada sprofonda prima in un tunnel di 1.100 metri. Poi si snoda fino a 640 metri attraverso 27 stretti tornanti. Lì si trova il ristorante belvedere Øygardstølen che offre una vista spettacolare sul fiordo Lysefjord, lungo 42 chilometri. Per Frederik Wandahl, che si descrive come un “buon scalatore”, questo percorso scandinavo sembra proprio l’ideale. La strada del passo fu costruita e inaugurata ufficialmente nel 1984. Era stata pensata principalmente come una strada di accesso per l’espansione della centrale elettrica di Tyodan, ma presto si è trasformata una calamita per il turismo. Anche gli abitanti della piccola città di Lysebotn ne sono stati felici perché, prima della costruzione del Lysevegen, questo luogo era stato accessibile solo via acqua. Chi non sente ancora il peso dei primi 7 chilometri nelle gambe può pedalare per altri 10 chilometri attraverso una mondo di montagna magico e incontaminato fino a Andersvatnet. Dalla punto di vista della salita diventa un po’ più piacevole, perché ci sono solo altri 310 metri di altitudine da superare. Nedrabø Øygardsstolen Informazioni sul percorso Partenza/arrivo: Lysebotn/Øygardsstolen Distanza: 7,3 km Salita: 640 m/Discesa: 640 m Frederik Wandahl, 20 anni, danese sta correndo la sua prima stagione da professionista nella squadra BORA - hansgrohe.

BORA

© Copyright 2018 BORA Vertriebs GmbH & Co KG